Post

Premio Goliarda Sapienza: quattro carceri unite dall’arte dello scrivere

Immagine
di Valentina Stella Il Dubbio 12 10 2017

Riparte in una forma totalmente rinnovata il Premio Goliarda Sapienza, concorso letterario ideato otto anni fa dalla giornalista Antonella Bolelli Ferrera e promosso da InVerso Onlus, DAP - Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e Siae. Due sono le novità più importanti dell’edizione di quest’anno: “eWriting, l’arte dello scrivere”, primo laboratorio di scrittura creativa a distanza per le carceri tenuto da autorevoli scrittori nelle vesti di tutor, che anticipa il Premio Goliarda Sapienza; inoltre, l’annuncio e la premiazione del vincitore del Premio Goliarda Sapienza non si terrà più all’interno di un carcere, ma in un luogo simbolo della cultura come il prossimo Salone Internazionale del Libro di Torino, in programma dal 10 al 14 maggio 2018.
«Possiamo dire che il leitmotiv di questa nuova edizione è “la scrittura nasce dentro ma ti porta fuori» - spiega al Dubbio la curatrice Antonella Bolelli Ferrera. Oggi il Premio Goliarda Sapi…

Radicali Italiani visitano trentacinque istituti di pena

Di Valentina Stella Il Dubbio 10 ottobre 2017
È partita ieri la mobilitazione nazionale di Radicali Italiani sul fronte della giustizia e delle carceri con visite in 35 istituti di pena di nove diverse regioni: Sicilia, Campania, Marche, Lazio, Emilia Romagna, Lombardia, Sardegna, Puglia, Liguria. Fino al 15 ottobre oltre cento tra dirigenti e militanti del movimento, grazie alla collaborazione del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, si muoveranno dal sud al nord d'Italia per entrare, tra le varie tappe, nelle carceri di Sciacca, Caltanissetta, Favignana, Palermo, Catania, Napoli, Santa Maria Capua Vetere, Salerno, Ascoli Piceno, Ancona Barcaglione, Roma Rebibbia, Roma Regina Coeli, Rieti, Bologna Dozza, Parma, Milano San Vittore, Monza, Cagliari, Brindisi, Imperia, Como. A guidare le varie delegazioni ci saranno il segretario Riccardo Magi, il tesoriere Michele Capano, la presidente Antonella Soldo. Accanto ai radicali anche numerosi parlamentari, tra cui il sottosegr…

Festival Mediterraneo della Laicità: a Pescara la decima edizione. Intervista a Maurizio Ferraris

Immagine
di Valentina Stella per Confronti.net

Dal 20 al 22 ottobre si terrà a Pescara la decima edizione del Festival Mediterraneo della Laicità sul tema “The Documedial Revolution”. Mobilitazione totale. Culture, libertà, conoscenza nell’era digitale. Le problematiche aperte dalla rivoluzione del web alla costituzione dei saperi. Per cominciare a scaldare il dibattito abbiamo posto alcune domande al professor Maurizio Ferraris, direttore scientifico del Festival. Si veda anche il sito di Itinerari laici.

Professore per incamminarci verso il cuore della decima edizione del Festival, partiamo dal termine “laicità”. Rodotà nel 2009 scriveva che non si tratta di un polo oppositivo, dell’idea di dividere i credenti dai non credenti. Oggi cosa significa essere laici? Avere un progetto esistenziale che differisce in qualche punto da quello di un non laico, termine con cui designo il credente, non solo nel cristianesimo, ma nell’islam, nel new age, nel veganesimo, nel comunismo. Visto che sono certo …

Intervista a Francesca Occhionero: «Pensavo che in cella ci andasse chi commette dei reati. Invece...»

Immagine
di Valentina Stella Il Dubbio 29 settembre 2017



«Mi preparavo a trascorrere un’altra notte in cella. Un’ora dopo mi sento chiamare dall’altoparlante “Occhionero scendi a piano terra” e la guardia “prepara la tua roba e vattene perché sei libera”». Comincia così il racconto alDubbio di Francesca Occhionero, scarcerata lo scorso 25 settembre, dopo circa 9 mesi di detenzione preventiva nel carcere romano di Rebibbia, nel quale era rinchiusa perché accusata di cyber spionaggio col fratello Giulio, che rimane a Regina Coeli. Nel provvedimento firmato dal giudice Bencivinni si legge che viene concesso alla Occhionero l’obbligo di firma e dimora a Roma, oltre il parere favorevole per i domiciliari del pm Albamonte, per questi due motivi: la “condotta rispettosa” tenuta in carcere e gli elementi emersi dall’incipit dell’istruttoria dibattimentale “consentono di ritenere che vi sia stato un parziale ridimensionamento” della posizione della donna. «Ho sempre avuto l’impressione di essere stata a…

Scarcerata Francesca Occhionero

di Valentina Stella Il Dubbio 26 settembre 2017

Torna a casa Francesca Occhionero dopo circa 9 mesi di carcerazione preventiva a Rebibbia: il 10 gennaio scorso era stata arrestata insieme al fratello Giulio con l’accusa di cyber spionaggio. Per lei obbligo di firma e di dimora a Roma. Le porte del carcere si sono aperte ieri pomeriggio. Rigettata invece l’istanza di scarcerazione per Giulio Occhionero, che resta a Regina Coeli. A rendere nota la notizia è stato l’avvocato difensore Roberto Bottacchiari che commenta al Dubbio: «Il provvedimento è di estrema importanza, in quanto si basa sulle risultanze dell’istruttoria dibattimentale che hanno fatto emergere
un ridimensionamento del ruolo dell’imputata. E ancor più interessante è che a tale risultato si è pervenuti dopo avere sentito solo il primo testimone ed aver potuto disporre delle trascrizioni delle intercettazioni che sin qui, sulla base dei soli brogliacci di prima stesura, hanno avuto fin troppa enfasi per le sorti cautelari…

Scarcerata Francesca Occhionero

di Valentina Stella Il Dubbio 26 settembre 2017

Torna a casa Francesca Occhionero dopo circa 9 mesi di carcerazione preventiva a Rebibbia: il 10 gennaio scorso era stata arrestata insieme al fratello Giulio con l’accusa di cyber spionaggio. Per lei obbligo di firma e di dimora a Roma. Le porte del carcere si sono aperte ieri nel tardo pomeriggio. Rigettata invece l’istanza di scarcerazione per Giulio Occhionero, che resta rinchiuso a Regina Coeli. A rendere nota la notizia è stato l’avvocato difensore Roberto Bottacchiari che commenta al Dubbio: “il provvedimento di scarcerazione è di estrema importanza, in quanto si basa sulle risultanze dell’istruttoria dibattimentale che hanno fatto emergere un ridimensionamento del ruolo dell’imputata rispetto a quello prospettato dall’accusa: ruolo che, sono certo, dovrà essere del tutto escluso all’esito del giudizio. E ancor più interessante è che a tale risultato si è pervenuti alle prime battute dell’istruttoria, ovvero dopo avere sentito sol…

I detenuti donano i pasti ai bisognosi

di Valentina Stella Il Dubbio 23 settembre 2017

Penultima tappa ieri della Carovana per la Giustizia del Partito Radicale in Puglia: raccolte 132 firme sulla proposta di legge di iniziativa popolare per la separazione delle carriere nel carcere di Taranto e 50 al tribunale della città. Tutti i detenuti hanno comunicato che aderiscono al Satyagraha per la riforma dell’ordinamento penitenziario e quindi sia ieri che oggi hanno deciso di donare i loro pasti ai bisognosi della città. Neo iscritto al Partito Radicale è l’avvocato Egidio Albanese, presidente della Camera Penale di Taranto, con questa motivazione: «L’iniziativa dell’Unione delle Camere Penali non è stata caldeggiata da
nessuno tranne che dal Partito Radicale, quindi bisogna dare forza a chi si occupa dei diritti dei cittadini». Oggi come ultima tappa ci sarà Lecce: prima banchetto presso il Tribunale civile, poi la delegazione dei radicali entrerà nel carcere di Borgo San Nicola, uno dei più grandi del centro sud Italia: se…